Accesso utenti

Compila i campi sottostanti per accedere alla rivista Notizie Accessibili

Il tanto atteso e sospirato pallone ha ricominciato a rotolare sul rettangolo di gioco, anche se con regole in parte modificate a causa della perdurante pandemia. Quella che non è però molto cambiata è l'abitudine di alcuni radiocronisti, da noi segnalata diverse volte negli anni scorsi, di interrompere un po' troppo spesso la narrazione delle azioni di gioco con siparietti, talora anche istruttivi   e interessanti sulla storia di qualche calciatore, sul numero di goal dal medesimo  segnati nella tale squadra o sulle passate esperienze dell'allenatore.

Molto interessanti e stimolanti sono gli incontri virtuali  su argomenti artistici o letterari organizzati dalla nota e benemerita Associazione Museum e ai quali si può partecipare per mezzo di una semplicissima telefonata.
Ecco le occasioni di questa settimana:

L’applicazione Immuni è  l’app sviluppata per conto del ministero della salute per proteggerci dal Coronavirus.  L’app è entrata in funzione oggi, 8 giugno, ed è disponibile per i possessori di iPhone e di smartphone Android. Non è una classica applicazione, non sfrutta la geolocalizzazione tramite GPS, ma un sistema di notifiche, uno scambio di informazioni via bluetooth e un controllo sanitario a monte.

Roma, 11 giugno, ore 11.50.

 
Da pochi minuti è terminata l'audioconferenza con Rete Ferroviaria Italiana, nel corso della quale abbiamo appreso con soddisfazione che tutte le richieste da noi avanzate nella precedente audioconferenza sono state accolte.

Sabato 30 maggio ore 19:00 su radiofrancigena e altri siti


Tutti noi siamo desiderosi di tornare all'aria aperta dopo questo lungo periodo di residenza forzata in casa. Ma come è cambiata la natura in questo frattempo? Il numero degli animali è aumentato considerevolmente negli spazi verdi, resi confidenti dalla mancata presenza di esseri umani e dei suoi rumori, ad esempio il passaggio di un’automobile. Tutto questo ci restituisce un universo di soli suoni naturali  come mai è stato possibile ascoltare, ed è chiaro che per percepire in appieno la ricchezza di questa biodiversità la sola vista non basta.

E' la prima volta che dopo che la nostra socia esperta in informatica ha passato al setaccio un software, l'Associazione Disabili Visivi, nello svolgimento dei suoi compiti istituzionali, non è obbligata a scrivere una nota critica, lamentando la scarsa o nulla accessibilità di un programma o di una piattaforma per gli utilizzatori non vedenti o ipovedenti. E' quindi con molta soddisfazione che pubblichiamo qui la valutazione positiva sulla facilità di accesso a "Immuni", una applicazione che, oltretutto potrà giocare un ruolo importante nel respingere eventuali futuri assalti di Covid-19.

Care amiche e amici,
grazie alle vostre tante segnalazioni, oltre che  alle diverse e-mail e alla posta certificata inviata da ultimo dalla Presidenza dell'A.D.V., è stato posto rimedio a un vulnus, piccolo ma importante per il principio che racchiude e che non deve mai essere violato: quello del diritto all'accessibilità dell'informazione esteso a tutte le persone, quale che sia la tipologia di difficoltà che le riguarda.