Accesso utenti

Compila i campi sottostanti per accedere alla rivista Notizie Accessibili

In realtà sarebbe meglio dire "istruzioni per evitarne l'uso!" E dobbiamo metterci in mente di fare tutto il possibile, e anche qualcosa di più,  per non averci nulla a che fare.
Infatti, non si tratta della solita influenzetta stagionale che "prima me la prendo, prima mi tolgo il pensiero". Non soltanto bisogna fare di tutto per sfuggire al contagio, ma, in ogni caso, se proprio non ci si riesce, bisogna fare di tutto per rimandare al più tardi possibile l'incontro con questo killer. Più tempo passa, e maggiori sono le conoscenze sul virus e sui modi di contrastarne le conseguenze dannose.

Crediamo che ormai quasi tutti siano informati sui comportamenti da tenere, ma qualche dubbio può sorgere e quindi abbiamo ritenuto opportuno offrire a tutti, e non soltanto ai lettori di "Notizie accessibili", alcune risposte, pubblicandole qui sulla home page.
La prima serie è riferita specificamente alle persone con disabiilità, seguono poi altre risposte utili a tutti.

Questa l'abbiamo appena ricevuta da un nostro associato.

 Ieri sono andato a fare un prelievo al bancomat smart Unicredit, con la funzione che prevede l'uso dello smartphone che inquadra un codice sullo schermo. Purtroppo il difetto di questa funzione e che se c'è molta luce l'app non riesce a rilevare bene questo codice.

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI.

- Vista la legge 23 agosto 1988, n. 400;
- Visto il decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante «Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19» e, in particolare, l’articolo 3;
- Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 23 febbraio 2020, recante “Disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 45 del 23 febbraio 2020;
- Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 25 febbraio 2020, recante “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 47 del 25 febbraio 2020;
- Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 1° marzo 2020, recante “Ulteliori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19″, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 52 del 1° marzo 2020;
- Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 4 marzo 2020, recante “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale”, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 55 del 4 marzo 2020;

 Secondo l'Eurispes il 15% degli italiani è convinto che l'olocausto non sia mai esistito, mentre il 16% ritiene che i numeri delle persone gettate nei forni crematori sia stato volutamente aumentato.

La situazione emergenziale in atto presenta aspetti particolarmente pesanti per le persone con disabilità gravi e le loro famiglie.
Di questa "emergenza nell'emergenza" si sono fatte interpreti le Federazioni FIKH e FAND, inviando una formale comunicazione all'Ufficio per le Politiche in favore delle Persone con Disabilità presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, chiedendo di integrare urgentemente le misure adottate fino ad oggi, con ulteriori disposizioni a tutela e a sostegno dei disabili o di chi versa già in precarie condizioni di salute e delle loro famiglie.

Si conclude domenica 26 gennaio la 37esima settimana bianca per non vedenti organizzata dall’Associazione Disabili Visivi Onlus che vede impegnati una settantina di ipovedenti e ciechi totali in varie attività sportive invernali: sci di discesa, sci di fondo e impegnative passeggiate su percorsi innevati.