Accesso utenti

Compila i campi sottostanti per accedere alla rivista Notizie Accessibili

A partire dal 21 giugno 2019 anche i non vedenti muniti di certificazione di gravità ai sensi della  legge 104/1992 possono richiedere all'Ufficio Assistenza delle stazioni o, in mancanza, alle biglietterie delle Ferrovie dello Stato la Carta blu, prima riservata alle persone con disabilità motoria.
Attenzione, però, può convenire di non utilizzarla.

 

Stazione di Napoli 

 La Carta Blu è gratuita e valida cinque anni. Consente di far viaggiare gratuitamente l'accompagnatore. Per i viaggi sui treni Intercity, Intercity Notte, Frecciabianca, Frecciargento e Frecciarossa, in prima e in seconda  classe, nei livelli di servizio Business, Premium e Standard e nei servizi cuccetta o vagone letto, viene rilasciato un unico biglietto Base al prezzo intero, valido per il titolare e il suo accompagnatore.

Nel caso di treni regionali viene rilasciato un unico biglietto a prezzo intero a tariffa regionale o tariffa regionale con applicazione sovraregionale, valido per due persone.
Sono esclusi dalle riduzioni il livello di servizio Executive e le vetture Excelsior.

Per i viaggi sui treni nazionali, se il titolare della Carta Blu è un bambino (fino a 15 anni non compiuti), il biglietto viene emesso con lo sconto del 50% e l'accompagnatore - che deve essere maggiorenne - viaggia sempre gratuitamente.


Per dimostrare di rientrare nelle categorie che possono usufruire della Carta Blu, è necessario consegnare:

  • copia fotostatica del certificato rilasciato, dalle competenti Commissioni Mediche ASL o del verbale di accertamento di invalidità civile inviato dall'INPS.
  • copia fotostatica del documento di identità personale;
  • Modulo "Carta Blu" debitamente compilato e sottoscritto dal richiedente

Ai non vedenti conviene utilizzare la Carta blu quando viaggiano accompagnati sui treni ad alta velocità (le Frecce), dato che con la Concessione III paga sia il cieco che l'accompagnatore, anche se con uno sconto, mentre con la  Carta blu l'accompagnatore viaggia gratis. Se il cieco viaggia da solo, invece, conviene utilizzare la tessera rilasciata dall'Associazione Disabili Visivi o da altra associazione autorizzata, per avere lo sconto del 20%.
Attualmente però, bisogna considerare la possibilità di usufruire di offerte speciali per l'acquisto del biglietto con un certo anticipo,che possono risultare più convenienti dell'utilizzo delle facilitazioni per le persone disabili.