Attualità

Come sapete ieri è stata la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità e reputo importante condividere con voi tutti gli esiti dell'incontro che la FISH ha avuto con il Presidente Conte.


La Giornata Nazionale ci ha fornito la possibilità di vedere accolte, da una delle più alte cariche dello Stato, le richieste formulate dal Consiglio Nazionale della Federazione nella sua ultima riunione, come riscontrabile dalla conferenza stampa, tenutasi subito al termine dell'incontro.

Il Presidente ha dichiarato pubblicamente:


1) che la Struttura permanente presso la Presidenza del Consiglio dei
Ministri verrà trasformata in Direzione Generale e sarà operativa dal 01
gennaio 2020. Sono state pertanto effettuate le relative nomine dei
funzionari pubblici mentre il raccordo, funzionale, tecnico e
imprescindibile con il nostro movimento delle persone con disabilità e dei loro familiari sarà garantito attraverso la diretta partecipazione del Coordinatore del Cts - Comitato Tecnico Scientifico dell'OND.

2) La Federazione aveva largamente condiviso in una ottica di mainstreaming, l'esigenza di rafforzamento dell'Osservatorio sulla condizione di vita delle persone con disabilità e del suo Comitato tecnico scientifico. Questo avverrà non solo attraverso quanto riportato al primo punto, ma soprattutto attraverso l'incardinamento del compito di valutare l'effettiva necessità del Codice Unico, di cui tanto si è parlato negli ultimi mesi.
L'Osservatorio, a cui partecipano gli esperti nominati dalle associazioni
aderenti alla Federazione, dovrà confrontarsi sulla tematica e potrà
intervenire concretamenteo con le modifiche e gli emendamenti che riterrà
significativi.

3) In ultimo, ma non certo per importanza, FISH e FAND avranno l'onere o
l'onore di far parte dell'organo consultivo permanente previsto, ma mai
attuato in Italia, dall' articolo 8 delle Osservazioni Conclusive al primo rapporto dell'Italia, redatte dal Comitato sui Diritti delle Persone con Disabilità delle Nazioni Unite. Tale articolo prevede infatti "l'istituzione di un organo consultivo permanente che consulti in modo efficace e significativo le Persone con disabilità attraverso le loro organizzazioni, nella realizzazione di tutte le leggi, le politiche e i programmi; che una vasta gamma di Persone con disabilità che rifletta la diversità delle situazioni individuali, compresi l'età, il sesso, la fede, la razza, l'orientamento sessuale, lo stato di migrante e le diverse tipologie di deficit, partecipino in modo significativo, inclusivo e accessibile  al processo decisionale diretto, che influisce sulla vita delle Persone con disabilità a tutti i livelli ed in tutti i settori dello Stato parte".


 Le richieste del Consiglio FISH presentate dalla Federazione sono state
prima accolte dal Presidente del Consiglio e poi presentate al gruppo interparlamentare, ai quali la delegazione FISH ha inoltre proposto la possibilità di addivenire ad un futuro Consiglio dei Ministri interamente
dedicato alle differenti e complesse tematiche che ci riguardano, insieme alle nostre famiglie, da vicino e che necessitano di risoluzioni concrete.
 
Auspico che ciascuno di voi possa cogliere l'importanza che a mio avviso ha rivestito la giornata di ieri e come il futuro della Federazione, a partire prima di tutto dai diretti componenti della Giunta fino ai nostri
collaboratori, debba essere dedicato nel pretendere che gli impegni politici assunti diventino una realtà, a dispetto davvero di iniziative retoriche e esternazioni autoreferenziali.

Vi aggiornerò presto sugli sviluppi ulteriori.