Attualità

A causa della notevolissima diminuzione delle partenze di persone con disabilità in questo periodo di emergenza, RFI ha modificato i contratti di servizio con le cooperative che fornivano gli assistenti per non doverli pagare inutilmente. L'assistenza quindi sarà prestata, ma dal 1 dicembre  occorrerà prenotare con 24 ore di preavviso.


Su nostra specifica domanda, è stato precisato che tale disposizione vale anche per i non vedenti, malgrado la loro assistenza non richieda ausili meccanici.
Ed ecco il comunicato che abbiamo ricevuto oggi, 30 novembre.

Procedura di preavviso per il servizio di assistenza PRM nella
nuova fase di emergenza sanitaria Covid-19


Gentili Associazioni,

con la presente vogliamo informarvi che a causa del perdurare della nuova fase di emergenza sanitaria per la diffusione del Covid-19, il numero di richieste di servizi di assistenza PRM ha subito una fortissima contrazione.
In questa situazione, RFI ha comunque deciso di mantenere attivo il servizio in tutto il circuito dell'assistenza PRM ma, per ragioni organizzative, è necessario l' innalzamento del tempo di preavviso per la richiesta telefonica da parte dei viaggiatori alle Sale Blu che, dal prossimo 1 dicembre, sarà di 24 ore per tutte le stazioni.
Siamo certi che le Associazioni delle persone con disabilità e tutti i viaggiatori PRM comprenderanno questa iniziativa che RFI è stata costretta ad attuare e che verrà revocata, come è già avvenuto la scorsa estate, non appena la situazione sanitaria generale lo consentirà.
Restando a disposizione per qualsiasi informazione porgiamo cordiali saluti.

Rapporti con le Associazioni
Ferrovie dello Stato Italiane S.p.A.